1

margaroli fratelli famiglia

OSSOLA- 21-06-2019- Ecco le interviste di Gianluca Turroni

ai Videointervista ai Margaroli Bros. in gara al 55° Rally Delle Valli Ossolane:

Fabrizio Margaroli, la prima domanda è una data, 5-6 giugno 2010, che cosa ti ricorda? “E’ stata la prima volta che ho vinto il Valli Ossolane, sicuramente è stata anche una grande emozione ed è stata anche una bella battaglia perché abbiamo vinto il Rally all’ultima prova; è stata sudata, ma sicuramente una bella gara”. Hai vinto un’ultima prova impegnativa, la Cannobina: “Si in Cannobina era stata una bella lotta contro Canella, io ero secondo e sono riuscito a superarlo all’ultima Ps, è stata una bella soddisfazione”. Hai vissuto il Valli Ossolane prima dalla strada da tifoso e poi dall’abitacolo, cos’hai provato a salire sul podio per primo? “Ho iniziato ad andare a vederlo con mio fratello e mio papà, eravamo tutti e due piccoli e facevamo un gran casino. E dopo da lì ho iniziato a fare l’apripista nel ‘95 o ‘96 e mi son fregato da solo, l’anno dopo ho voluto correre e poi non ho più smesso... però mi sono tolto qualche soddisfazione”. Infatti a distanza di 8 anni cambia il navigatore, cambia l’auto ed arriva la seconda vittoria: “Eh si, la prima volta ho vinto usando un Peugeot S.2000, con Marzio Conti “navigatore” con il quale ho fatto tantissime gare, anche con macchine piccole. Poi quando Marzio non ha più voluto correre ho iniziato con Andrea Dresti, e la seconda vittoria l’ho condivisa con lui su Skoda Fabia R5, la scorsa edizione. Anche con Andrea ho lottato arrivando 2 o 3 volte secondo, e poi ce l’abbiamo fatta finalmente a vincere lo scorso anno”. Hai disputato un ottimo ‘54 Valli ossolane  “Si l’anno scorso è andato tutto bene, abbiamo fatto un po’ di stupidate, abbiamo spento la macchina 2 volte, però abbiamo fatto una bella gara”. Dove pensi di aver vinto la gara? “Diciamo che siamo partiti bene da subito, e bene o male con Davide Caffoni abbiamo fatto pari tempo su tutte le prove, poi lui ha fatto le due partenze anticipate, io l’ho spenta 2 volte, ma penso che se sia io che lui non avessimo fatto errori, saremmo arrivati all’ultima prova a giocarcela veramente sul filo dei secondi”.

 

Massimo Margaroli, l’edizione passata è terminata con un primo e secondo posto in famiglia, una bella soddisfazione... “E’ stata una bella soddisfazione, era iniziata un po’ male perché abbiamo fatto qualche errore e trovandoci subito 20° assoluti, poi abbiamo risalito la china fino ad arrivare per l’ultima prova a lottare con Laurini per il 2° posto, siamo riusciti a passarlo sull’ultima Cannobina e ad arrivare primi –Margaroli F. e Dresti- e noi secondi sul podio”. Questa Cannobina è un valore aggiunto dei fratelli Margaroli: “Eh si! E’ sempre una bellissima prova ed anche molto selettiva, è la prova dove puoi sempre tentare di fare il colpo, comunque è lunga, ci sono tante variabili e poi è proprio una bella prova. Quest’anno, così lunga, sarà ancora più difficile e più bella”. Rifarete correre anche il papà per tentare il Tris sul podio? “Eh sai… -ride- potremmo anche provarci ma sarà difficile che si riesca, anche per ovvi motivi di età, però comunque è in gamba, ci segue sempre; abbiamo iniziato con lui a vedere i primi Valli Ossolane, mi ricordo che partivamo con la sua Station Wagon, con assieme a lui 8 o 9 ragazzini e facevamo tutta la notte in giro a fare festa, vedere gare, prove e macchine dell’epoca, c’erano i gruppi B e Uzzeni... Ci ha sempre seguiti, è il nostro primo tifoso, sarebbe bello portarlo sul podio”.

 diretta rally

 

 

 

 

 

 

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.