1

pro gianajpg

VERCELLI -18-11-2020 --  Con una partita da squadra matura,

utilitaristica e al tempo stesso spumeggiante, la Pro schianta il Giana Erminio e vola in testa alla classifica con una partita da recuperare. Continua il momento magico dei bianchi che nel recupero schiantano per 4-0 il Giana che invero non meritava un passivo così severo. La squadra milanese però, molto possente fisicamente, ha prestato il fianco nel I tempo alle micidiali ripartenze dei locali che hanno avuto in Graziano l’uomo tuttofare a centrocampo e in Comi e Zerbin gli attaccanti complementari con Modesto che si è permesso il lusso di far rifiatare il bomber Rolando. La Giana inizia con possesso palla, ma è Comi al 5’ a mandare alto da buona posizione. Al 11’ Ferrario però si guadagna una buona opportunità, ma spara alto al volo Al 15’ la pro va in vantaggio: break a centrocampo di Graziano che sdradica palla as una avversario e innesta Zerbin: l’ex del Gozzano si invola, resiste al recupero di un avversario e beffa Zanelllati con un preciso rasoterra. La Giana reagisce, ma in modo sterile. Al 24’ Comi mette fuori di testa e al 33’ il bomber si rifa: con caparbietà ( e forse con un fallo) toglie palla a Marchetti a centrocampo, la Giana si fa trovare di nuovo sbilanciata ed il tandem di casa va verso la porta avversaria con Zerbin che serve palla a Comi che trafigge da dentro l’area piccola il portiere milanese. Proteste vibranti degli ospiti che reclamano il fallo di Comi. Gli ospiti schiumano rabbia, la Pro abbassa il baricentro e si difende con umiltà. Al 43’ Masi salva su un tiro a quasi botta sicura di Ferrario, riscattando qualche incertezza precedente, poi dal corner Bonalumi mette alto. Nella ripresa Comi si fa subito vedere: il suo pezzo di bravura in girata è deviato in angolo. Ospiti che vanno finalmente al tiro nello specchio della porta al 16’ con de Maria su punizione dalla distanza, ma Saro vola a respingere. C’è spazio per uno spunto solitario di Zerbin frenato dagli ospiti, poi al 69’ il tris lo cala Comi, dopo una confusa azione in area, a seguito di una difettosa uscita di Zanellati. Potrebbe bastare così’, ma il neo entrato Rodio fissa nel recupero il risultato sul 4-0. Pro che ora in casa dovrà affrontare la prova del nove affrontando domenica la Pro Sesto, capace di battere per 3-0 il Novara e a domicilio la Pro Patria e che non nasconde velleità di alta classifica. Come oramai la Pro Vercelli: i bianchi giocano a memoria, partono l’azione dalle retrovie, fanno pressing, cercano trame di gioco. Merito del trainer Modesto, che non sta facendo rimpiangere Gilardino ed anzi si propone di superarlo.


PRO VERCELLI-GIANA ERMINIO 4-0


PRO VERCELLI (3-4-3): Saro 6.5; Hristov 6.5, Masi 6.5, De Marino 7; Clemente 6.5 (dall’80’ Rodio 6.5), Graziano 7.5, Nielsen 7 (dall’80’ Erradi ng), Iezzi 7; Borello 6 (dal 52′ Della Morte 6.5), Comi 7 (dal 70′ Romairone 6.5), Zerbin 7.5 (dal 70′ Padovan 6.5). A disposizione: Tintori, Rolando, Emmanuello, Benedetti, Blaze, Carosso, Petris. All. Modesto: 7.5


GIANA ERMINIO (4-4-2): Zanellati 5;Perico 5.5 (dal 72′ Zugaro 5), Bonalumi 5.5, Marchetti 5.5, De Maria 6; Rossini 5.5, Capano 5.5, Greselin 5.5 (dal 31′ Pinto 5.5), Maltese 5 (dal 63′ Finardi 5.5); Ferrario 5.5 (dal 63′ Corti 5.5), Perna 5.5 (dal 72′ D’Ausilio 5.5). A disposizione: Acerbis, Barazzetta, Palazzolo, D’Aniello, Benatti, Montesano, Marcandalli. All. Albè: 5


Arbitro: Emmanuele di Pisa: 6


Gol: 15′ Zerbin (PV), 33′ Comi (PV), 69′ Comi (PV), 93′ Rodio (PV)


Note: sole, con foschia, ammoniti: Perna, Bonalumi e De Maria. Angoli 6-6. Recupero: 3’ e 4’


Maurizio Robberto

 

Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti l'utilizzo dei cookie.